Disposizione cucina

Disposizione Cucina

Disposizione cucina

Le migliori soluzioni per disporre la cucina

Muoversi e lavorare in cucina  può essere molto faticoso, nonostante l’aiuto fornito da molti accessori e dagli elettrodomestici. Organizzare bene  spazi può ridurre i percorsi “ad ostacoli” ed i movimenti innaturali e inutili.

La disposizione della cucina, il rispetto delle distanze, l’organizzazione di percorsi razionali sono quindi i punti di partenza per fare in modo di rendere il lavoro in cucina un’attività creativa e divertente.

Cosa chiediamo alla nostra cucina?

Praticità e funzionalità. Accoglienza e calore. Comodità ed eleganza. Stile e design. Efficienza e perfetto adeguamento agli spazi della nostra abitazione. Senza tralasciare di valutare come viviamo la cucina. Ci sono materiali e tipologie adatte a tutti basta porsi le giuste domande.

La cucina è senza dubbio uno degli ambienti più importanti della casa, e deve rispondere a tutte le nostre esigenze, in modo efficiente oltre ad accordarsi al nostro gusto.

Come? Grazie alla sua natura modulare e componibile, ideale per adattarsi al meglio a misure diverse e a diverse espressioni di estetica e design.

Dimenticate la classica cucina: oggi, l’innovazione visiva e funzionale dell’arredamento ha fatto passi da gigante, arrivando a formulare soluzioni versatili e sempre diverse, con cucine di design studiate per conformarsi ad ogni spazio abitativo e ad ogni esigenza living.

Qualunque sia la vostra casa, c’è una cucina adatta alla vostra vita: scopriamo insieme le migliori soluzioni per disporre la cucina.

Perché scegliere la disposizione cucina lineare

Tra le cucine di design, questa è la soluzione per chi ha poco spazio e deve ottimizzare un ambiente lungo e stretto.

Se la pianta della stanza dedicata ad ospitare la cucina è allungata e poco profonda, la migliore soluzione è optare per una disposizione a cucina lineare: questa composizione richiama l’idea più tradizionale di cucina, progettata per svilupparsi su un unico lato della stanza e sfruttare al massimo ogni centimetro in lunghezza.

Perfetta anche per chi cerca una soluzione compatta, dove è importante assicurare il giusto spazio di movimento per avere la massima libertà e comfort.

disporre cucina lineare

Per questo le aziende più all’avanguardia del settore arredamento moderno propongono elementi di arredo e soluzioni utili per arredare disponendo la cucina in modo lineare.

Uno dei primi problemi da affrontare è quello di stabilire una corretta altezza tra i pensili e il piano di lavoro, per evitare di ostruire la vista e disturbare l’operazione di preparazione dei cibi.

Inoltre i pensili devono essere abbastanza bassi da avere tutto a portata di mano. Come fare? Un’idea innovativa è quella di aumentare la profondità del piano di lavoro, per quanto possibile. L’ideale per pensili ben visibili e facilmente accessibili anche nei ripiani più alti è avere una base della cucina profonda 80 cm e disporre l’altezza tra pensili e piano di lavoro a 42 centimetri.

E per utilizzare quei 20 cm in più di piano? La soluzione ce la da Valcucine che  in soli 20 cm inserisce il canale attrezzato, disponibile in alluminio e acciaio, che arricchisce il top inserendo scolapiatti, antine a scomparsa per prese o per bottiglie, bilancia, porta coltelli e tanto altro.

Se non potete disporre di una profondità così elevata, ma dovete ridurre a 65 cm il top, posizionate i pensili ad un’altezza di circa 48 cm dal piano di lavoro e in questo modo eviterete il senso di chiusura e la scarsa visibilità.

Come progettare la disposizione cucina a penisola

Grande libertà di movimento, connubio perfetto tra zona cucina e zona living e il massimo dello stile per realizzare un unico spazio abitativo di design.

Tra le cucine di design, quella a penisola risponde al meglio alle esigenze di sfruttare spazi non troppo ampi e di ottimizzare al massimo la zona giorno.

Dal gusto contemporaneo, questa soluzione consente di creare un ponte tra cucina e salotto, grazie alla struttura a penisola: è proprio questa lingua modulare che separa i due ambienti, a regalare continuità e comfort visivo e funzionale.

disposizione cucina penisola

Per un’ottima disposizione cucina a penisola, è importante lasciare che lo spazio della penisola sia utilizzato come piano di lavoro, o piano di appoggio (adibito, ad esempio, a bancone per la colazione) o ancora come superficie per contenere il lavello o il piano cottura.

Tutto è funzionale e a vista, nella disposizione cucina a penisola: per questo motivo è importante che gli elementi d’arredo generino continuità tra gli ambienti e rispondano alle esigenze pratiche del mondo cucina, e a quelle estetiche dell’area living. Un esempio?

La cucina Forma Mentis di Valcucine, dove la penisola è finemente progettata per ospitare il piano cottura e si presta anche come piano di lavoro e di appoggio, mentre il materiale premium e poliedrico si fonde alla perfezione con l’eleganza della zona giorno.

I plus della disposizione cucina parallela

Estremamente funzionale, la cucina parallela consente di dividere bene gli spazi e le singole aree di attività, indicata per chi ha un grande spazio da arredare, sia chiuso sia che si affaccia sul living.

Chi può sfruttare due lati opposti della stanza dedicata alla cucina, può optare per una disposizione cucina parallela: una soluzione estremamente smart, per sfruttare al meglio gli spazi.

disporre cucina parallela

Gli accorgimenti di base, quando si progetta una cucina parallela sono quelli di avere abbastanza spazio tra le due pareti o tra parete ed isola, per muoversi liberamente e per aprire sportelli e ante, e di concentrare in aree compatte e limitrofe elettrodomestici o elementi comuni (come forno e fornelli o fuochi).

Il tutto per rendere efficiente e pratico il momento della preparazione dei cibi, senza disperdere tempo ed energie.

Per questo le aziende più all’avanguardia del settore arredamento propongono elementi di arredo e soluzioni utili per avere sempre tutto a portata di mano, evitare ingombri e nascondere tutti gli oggetti e le attrezzature a vista, che in poco spazio rischiano di creare disordine.

Valcucine, per ottimizzare al massimo comfort e funzionalità degli spazi di chi sceglie una disposizione cucina parallela propone gli innovativi elementi di New Logica System: una soluzione di anta doppia, la prima leggera e basculante e la seconda che sale e scende, nascondendo gli utensili da cucina e lasciando gli spazi organizzati e minimali.

disposizione cucina lineare

Perché optare per la disposizione cucina ad angolo

Ideale per chi cerca sia compattezza che massima capacità contenitiva.

Chi ha due lati contigui da sfruttare in cucina e magari vuole creare un legame con la zona giorno, può optare per la disposizione cucina ad angolo: una soluzione di arredo che offre comodità e funzionalità.

disposizione cucina ad angolo

Perfetta per avere sempre tutto a portata di mano, grazie alla collocazione degli strumenti di cottura distribuiti secondo un vero e proprio triangolo operativo smart, tra cottura, lavaggio e preparazione dei cibi la disposizione della cucina ad angolo consente di sfruttare la continuazione delle pareti, per posizionare più pensili e aumentare volumi e profondità.

Per concludere:

Qualsiasi sia la soluzione di cucina adatta alle vostre esigenze, ecco alcune semplici regole generali, per ottimizzare qualunque spazio:

  • Organizzare in modo funzionale le aree della cucina accorpando la zona lavaggio, la zona conservazione (dispensa, frigorifero), e quella cottura, in modo da avere tutto a portata di mano ed evitare spostamenti inutili.
  • La somma dei tre lati che le uniscono le tre aree non dovrebbe superare i 650cm.
  • In una disposizione ottimale della cucina le tre zone devono essere intervallate da piani di lavoro.
  • Progettare al meglio l’illuminazione degli angoli meno esposti, per sfruttare al massimo ogni centimetro.

Vuoi progettare la tua nuova cucina?

Contattaci per una consulenza!

Share