Focus su: Edra. Sedute e divani come opere d’arte

Edra arredamento

Focus su: Edra. Sedute e divani come opere d’arte

Gli appassionati di design sanno già di chi stiamo per parlare oggi: l’immagine di copertina parla de sé. Indizio: i loro divani Flap e Absolu sono dei pezzi iconici dell’arredamento, esposti nei maggiori musei di design, come il Centre Georges Pompidou di Parigi o il MoMa di New York, e utilizzati anche per Casa Italia alle Olimpiadi di Rio e di Pyongyang… certo, parliamo di Edra.

Questo post, e i prossimi Focus che seguiranno qui sul nostro blog, sono pensati proprio per far conoscere meglio le particolarità dei produttori che selezioniamo anche ai non addetti ai lavori: ogni azienda ha delle caratteristiche uniche, dei punti di forza che la fanno emergere in un mercato così affollato come quello dell’arredamento e per cui siamo orgogliosi di includerla tra i nostri fornitori. La filosofia di Artheco infatti si sposa con quella di aziende come Edra, che fanno della qualità – e non della produzione in serie, omologata – un vanto.

Chi è Edra | La sapienza della manifattura toscana

divano On the rocks di EdraEdra è un’azienda toscana dall’anima particolare: gli oggetti che produce sono più che semplici sedute – per quanto lussuose – sono pezzi d’arte che uniscono la funzionalità del design con l’estro degli artisti che li disegnano.

sedie Ella di Edra

L’azienda nasce nel 1987 dall’intuizione dei fratelli Monica e Valerio Mazzei, la seconda generazione di una famiglia con le mani già esperte della produzione di arredi di altissima qualità. I due, insieme all’art director Massimo Morozzi, sono stati capaci di compiere un passo decisivo, posizionandosi come produttore innovativo, al di fuori di mode e tendenze: l’intuizione decisiva forse è stata quella di coinvolgere designer di altissimo profilo, come i fratelli Campana, Francesco Binfaré e Jacopo Foggini, che hanno dato vita a oggetti unici e fuori dal tempo.

La produzione di ciascun prodotto della collezione nasce grazie alla fusione di manualità specializzata, ricerca di materiali e tecnologie innovative. Queste sono le parole chiave della filosofia aziendale, come racconta la stessa Monica Mazzei in un’intervista a Sky Arte HD: l’obiettivo di Edra è creare arredi «belli e fatti bene».

Vorresti inserire anche tu un divano Edra nel tuo living?
Leggi la nostra Come ristrutturare casa: 2 progetti tutti da copiare

Tecnologia e materiali | La qualità della ricerca

divano Pack di EdraLa continua ricerca non riguarda solamente l’aspetto estetico e di design del prodotto, bensì ogni aspetto che lo compone. Il tessuto, ad esempio, non è l’ultima scelta di una lunga catena, ma viene invece realizzato appositamente perché deve contribuire a raccontare la storia del prodotto. La meccanica e la tecnologia di costruzione e di movimento (es. il cuscino intelligente), l’imbottitura, tutto è parte di un unico grande progetto: che si tratti di un divano, di una sedie o di un tavolo, l’oggetto è progettato nella sua interezza e le sue caratteristiche sono ben definite. Dietro ad ogni prodotto c’è una storia – come quella di Jacopo Foggini che ha fatto del policarbonato la sua firma – ma spesso anche un messaggio: il divano Pack (qui a sinistra) è nato per sensibilizzare il cliente riguardo al surriscaldamento globale e allo scioglimento dei ghiacciai.

cuscino intelligente di Edra 1cuscino intelligente di Edra 2cuscino intelligente di Edra 3cuscino intelligente di Edra 4

Creare meccaniche e materiali appositamente per i loro prodotti, ha portato Edra anche a registrare alcuni brevetti: i più importanti sono il Gellyfoam®, una materia speciale nata dal mescolamento di diverse schiume, che conferisce morbidezza ed estrema adattabilità alle imbottiture, e la tecnologia del cuscino intelligente.
Questa consiste nell’inserimento di un meccanismo speciale all’interno di braccioli e schienali che ne permette l’inclinazione a piacere, soddisfacendo quindi le varie esigenze dell’utente nel vivere il divano: possiamo definirli una generazione di divani 2.0 potenziati in comfort e funzionalità.

Ne abbiamo parlato anche in Guida al divano perfetto
Scopri tutte le nostre proposte per il living

Artheco & Edra | Perché ci piace

Serie Getsuen EdraIl primo prodotto Edra che abbiamo avuto in esposizione, ormai vent’anni fa, è la serie delle sedie Getsuen (nella foto a sinistra) che sembrano fiori, nate dall’estro del designer giapponese Masanori Umeda: ancora oggi sono pezzi attuali, tanto che abbiamo appena campionato un altro Getsuen – un giglio, questa volta blu e non rosso – da tenere in showroom.

Tutti gli oggetti che vedete nelle immagini di questo post vogliono raccontare il lavoro fuori dalle righe di Edra: sono anticonformisti, proprio come noi. Avere in casa un prodotto del genere, infatti, vuol dire osare ed esprimere pienamente la proprie personalità: proprio come un vestito di haute couture, non si tratta di arredi per tutti, perché chiedono a chi li sceglie un certo coraggio e consapevolezza di sé.

sedie Gina di EdraContinuando a parlare del nostro legame con Edra, di sicuro apprezziamo moltissimo la loro continua evoluzione: l’incontro con Jacopo Foggini di qualche anno fa, ha permesso la creazione di prodotti in policarbonato per percolazione – invece che per stampo come fa la più commerciale Kartell – così ogni pezzo è assolutamente unico; questo ha portato l’azienda a conquistare un’altra fetta di mercato grazie ad una serie di prodotti dai colori forti, ma trasparenti e sfumati, come le sedie Gina (nella foto qui a destra) o Ella (nel paragrafo Chi è Edra) o ancora Margherita esposta al Teatro del Silenzio di Lajatico a Pisa, «un teatro all’aperto che rivive un solo giorno l’anno grazie alle performance di Andrea Bocelli».

Vorresti introdurre anche tu un pezzo Edra nella tua casa?
Contattaci, studieremo un progetto su misura per te

Share