Come arredare la suite padronale, cuore privato della casa

suite padronale

Come arredare la suite padronale, cuore privato della casa

La camera da letto cambia volto e diventa zona benessere

Gli ambienti della casa hanno mutato molto spesso la loro funzione nel tempo, adattandosi alle modificazioni nei modi di vivere e di abitare delle persone: una volta c’era un solo spazio dedicato agli ospiti, il salotto “buono”, mentre tutto il resto della casa gli era precluso; ora, quasi tutti gli ambienti sono accessibili, mentre il nucleo della casa, la stanza da notte, rimane l’unico spazio inviolabile.
Questo perché la camera da letto non è più dedicata solo al sonno e quindi vissuta solamente la notte, ma è diventata uno spazio multifunzione: è infatti anche un ambiente dedicato al relax, ad esempio dove leggere un libro o ascoltare la musica, è luogo di intimità e anche area wellness, perché include sempre più spesso anche vasca o doccia.
baxter_coucheGli elementi che ormai entrano di diritto nella suite sono molti: carattere distintivo di questa nuova organizzazione della zona notte è sicuramente il letto big o king size che offre un comfort ottimale per dormire e che di giorno si copre con cuscini e trapunte dai tessuti preziosi e ricercati. Altro elemento è la cabina armadio, spesso a vista e integrata nella stanza, per permettere di usufruirne direttamente. Una zona laterale, che può essere una nicchia, molto spesso è dedicata ad angolo lettura, composto da tavolino, poltrona e abat-jour: molto in voga ultimamente è l’idea di utilizzare piccole sospensioni  piuttosto che lampade da terra, per creare uno spazio definito, quasi incorniciato.

 

Suite padronale open space | Tutto a vista

Suite open spaceLa zona notte diventa suite quando comprende al suo interno anche la zona benessere, che nella pianta qui a sinistra è parte integrante dell’ambiente ed è totalmente a vista. È una scelta ormai preferita dalle coppie giovani perché permette di fruire dello spazio in modo innovativo e di non creare interruzioni alla vista: l’unica parte separata è infatti quella dei sanitari, per garantire ad ognuno la propria privacy.
vasca suiteLa vasca, rigorosamente gigante, è collocata di fronte al letto, con luci ad hoc a soffitto che la illuminano. Nel progetto è stata utilizzata la vasca Spoon XL di Agape, ma le possibilità sono moltissime: si può scegliere anche una vasca in marmo, come nella foto a destra, che diventa protagonista della stanza e le dona un tocco lussuoso. Per chi invece non ama la vasca, la scelta vincente è quella di inserire una doccia molto grande a filo pavimento con due o più soffioni che presentino anche la funzione cromoterapia, come la Fuori meteo di AntonioLupi.
Per completare questo ambiente così articolato, si aggiunge anche un sistema di cabina armadio pensato per integrarsi armoniosamente nella stanza: sempre nella pianta di esempio, si vede come dietro al letto sia stata creata una parete interamente in vetro a cui sono stati fissati i sostegni dell’armadiatura. Esempio di gran classe è Storage di Porro, che con i suoi montanti verticali in metallo bronzato ben si adatta a questi usi particolari.

L’idea di una vasca maxi ti incuriosisce?
Passa da noi, sapremo proporti la soluzione migliore

Suite padronale raccolta | Intimità e wellness

Suite discretaUn’alternativa alla suite open space, magari troppo “open”, può essere quella di separare gli spazi visivamente. Questo non vuol dire rinunciare al carattere di zona dedicata, ma garantire più privacy e più praticità nell’uso quotidiano, ad esempio chiudendo gli armadi con le ante.
Le armadiature sono comunque molto grandi, accessoriate in tutto e per tutto, ma si integrano nello spazio quasi scomparendo.
Biblio AntonioLupiIl letto è il vero principe in queste camere, punto focale dell’arredo: gigante, come Couche di Baxter (foto nel primo paragrafo), offre grande comfort, un’isola di benessere nella propria casa.
La vasca rimane maxi, magari idromassaggio, ma non visibile direttamente dal letto: se arricchita con accessori porta prodotti o nicchie per libri, diventa una elegante zona relax come per Biblio di AntonioLupi, soprattutto se affiancata da un bel camino a etanolo (immagine qui a destra) integrato nella parete.

La zona notte, insomma, viene completamente rivoluzionata e si trasforma in una suite, una zona wellness privata, intima. Inserendo vasca, armadiature e letti big size che diventano elementi di design e di caratterizzazione, vi sembrerà di essere in un albergo cinque stelle, ma con il vantaggio della privacy e del raccoglimento di essere a casa propria.

 

Vuoi creare anche tu una suite padronale nella zona notte?
Qui in Artheco studiamo progetti adatti a ogni esigenza

Share